fbpx
, Architetti, Workshop

Patrimonio edilizio esistente e digitalizzazione

In questi ultimi anni, finalmente, il settore delle COSTRUZIONI, con grande ritardo rispetto ad altri ambiti industriali, è coinvolto in un lento ma inesorabile processo di trasformazione e innovazione, alimentato dalla necessaria ricerca di maggiore produttività, dovuta anche al perdurare di una lunga crisi di settore.

Il motore di questo processo è costituito dalle opportunità offerte dalle metodologie BIM (Building Information Modeling). Tali metodologie stanno modificando profondamente l’efficienza e le logiche organizzative dell’intero processo edilizio, mettendone in relazione i diversi momenti (pianificazione, progettazione, realizzazione e gestione) e i diversi soggetti coinvolti (professionisti, imprese e amministrazioni pubbliche), a partire dalla condivisione di uno stesso modello digitale parametrico aggiornabile, in grado di descrivere, per esempio un edificio, non solo nelle sue caratteristiche geometriche ma anche per tutte quelle informazioni che caratterizzano l’intero suo ciclo di vita (caratteristiche dei materiali, costi, fasi costruttive, scadenze manutentive, ecc.).

È in questo contesto generale e in un mercato come quello italiano delle COSTRUZIONI, dove circa il 67% riguarda il patrimonio edilizio e storico esistente che si colloca l’incontro che si terrà giovedì 14 marzo 2019, presso lo SPAZIO CONCRETE di Roma.

IL RILIEVO CON LASER SCANNER 3D

Il rilievo con lo scanner 3D è una necessità nel processo di digitalizzazione del settore delle costruzioni e dei beni culturali, finalmente alla portata di tutti.

Infatti, adottare metodologie BIM nel processo di trasformazione del patrimonio edilizio e storico esistente, vuol dire necessariamente partire dalla conoscenza geometrica e costruttiva di ogni immobile. Da qui il bisogno individuato, per ogni futuro cantiere, di un rilievo geometrico e fotografico dell’edificio esistente.

Fino ad oggi, per le operazioni di rilievo, si sono utilizzati prevalentemente strumenti e metodologie tradizionali, realizzando generalmente una campagna di misurazione manuale delle principali geometrie di ogni parte del fabbricato (ambienti, facciate, dettagli decorativi, ecc.) e associando tali misurazioni ad una campagna fotografica. Questo modo di operare, il quale comunque richiede un grande impegno di tempo e risorse, poteva andare bene in un contesto di rappresentazioni grafiche prevalentemente bidimensionali, con una bassa richiesta in termini di precisione, comunque completamente avulse dalla restante documentazione conoscitiva del fabbricato.

Oggi, all’interno di un processo BIM, con le potenzialità messe a disposizione da tutti gli strumenti di DIGITALIZZAZIONE, le tecnologie di scansione con laser scanner 3D presenti sul mercato ormai da qualche anno, si stanno affermando come il sistema più innovativo ed efficiente di misurazione e rilievo di dati fisici relativi ad oggetti, edifici, organismi edilizi complessi, contesti urbani e contesti naturali. La tecnologia si sta rapidamente evolvendo, attraverso un processo virtuoso in cui l’interazione reciproca di diversi fenomeni porta parallelamente ad un aumento della richiesta di dati digitali sotto forma di modelli tridimensionali, ad un incremento dei campi di applicazione dei Laser Scanner, alla riduzione delle dimensioni degli strumenti, alla riduzione dei tempi di scansione. Mentre, i costi di acquisto degli strumenti rimangono alti, sostenuti dall’aumento di prestazione degli stessi.

Nonostante tali tendenze, ancora esistono barriere culturali ed economiche che frenano l’affermarsi del rilievo con laser scanner 3D come prassi consolidata nel settore delle COSTRUZIONI, con una conseguente rinuncia ad attivare processi innovativi, come quelli legati al BIM, e una perdita di competitività potenziale.

L’incontro intende contribuire alla rimozione di tali barriere, informando i partecipanti sullo stato dell’arte e sulle nuove possibilità, già oggi, alla portata di tutti.

Michele Devito

www.dataarchitects.it

info@dataarchitects.it

Vuoi condividere il post?
error

Post Your Thoughts